martedì 4 agosto 2015

MAGGIE (perché mi rifiuto di chiamarlo Contagious - Epidemia mortale)

Persino gli insaziabili come me oramai ne hanno piene le siffatte ciuffole degli zombie, ma era inevitabile con una tale saturazione del genere.
Questo perlomeno cerca di vedere l'argomento da un altro punto di vista, un po' come la serie In the Flesh. Il nostro caro Arnoldo si cimenta in un ruolo non facile per la sua faccia di marmo, ma diciamo che se la cava abbastanza bene e le rughe in questo caso aiutano. Tutto ruota attorno alla trasformazione della figlia e alla decisione se portarla o meno in un centro di quarantena. Il film non è male ma soffre un po' di mordente e vorrebbe emozionare con i sentimenti. Il problema è che non ci riesce appieno a causa dei dialoghi che non hanno la giusta intensità. Merita comunque la visione, se non altro per la bella fotografia.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...